Qui Berlino

(Come un vecchio volume grigio tortora del touring club).

Una delle cose che cambiano di  più è il ritmo dei miei passi per la strada, e il loro peso. Posso, in qualche modo, camminare più veloce e per più tempo, e sentirmi sempre leggera. Succedeva la stessa cosa due anni fa ormai, a Parigi (ecco, mio cugi ha una mappa di Parigi sullo screensaver del cellulare. E dà segni di nostalgia che mi riempiono di gioia. Chissà).

Non so per quale magia, nelle mie città posso camminare per ore, anche con i jeans stretti che di solito mi stancherebbero dopo mezz’ora, o con le scarpe da dodici euro dalla suola dura e piatta. Potrei camminare scalza.

Cammino, anche con la zavorra dei miei, che qui (anche questo, un mistero) zavorra non è.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...