Giorni di confusione e porzioni di frutta

bananeFatto numero 1: venerdì parto, e ovviamente sto trepidando, malgrado lacrime, sangue e moccoli delle settimane passate. Paul ha questo dono: gli bastano un paio di parole. Mai quelle a cui mi ero preparata. Sempre quelle giuste.

Fatto numero 2: c’è una possibile new entry e una possibile early exit. Ma conoscendomi, probabilmente alla fine della fiera saranno in tre: che confusione. Almeno potessi dire: sono in tre, e allora? Come i tre porcellini. Ognuno ha il suo ruolo. Ma passo, anche di fronte a me stessa, per un’avida cupida (per non usare le ovvie espressioni più volgari).

Fatto numero 3: mi sento sempre più di vivere in un paese alla frutta (*), senza speranza alcuna. In questo giorni si sta sfiorando il ridicolo. Oppure sono io che sono sensibile, dato che sono già col pensiero in Danimarca. Un altro mondo è possibile, basterebbe emigrare.


 

(*) Porzioni di frutta:

Ospedale. All’accettazione mi viene comunicato che la mia esenzione non può essere inserita a quello sportello, che è abilitato a inserire esenzioni con codice E02 (disoccupazione+reddito basso) ma non E90 (disoccupazione di lungo periodo). Mi si dice di recarmi direttamente all’ambulatorio, farmi inserire lì il codice esenzione sull’impegnativa, e tornare indietro per completare la procedura di accettazione. Penso a complessi algoritmi computerizzati che probabilmente allo sportello non sono possibili. Mi reco all’ambulatorio (passeggiata di 10 min nell’allegro parcheggio dell’ospedale), faccio la fila, presento esenzione e impegnativa e…. l’infermiera prende una bic, scrive a mano “E90” sull’impegnativa, e mi manda via. Ora, la mia domanda è: perché???

Sempre ospedale. Allegro parcheggio costruito pochi anni fa. Per ritirare la macchina bisogna pagare e convalidare un biglietto. Coda alla sbarra per l’uscita: la macchinetta che legge i biglietti convalidati è 30 cm troppo lontana dalla corsia, quindi i conducenti non ci arrivano. C’è un addetto che prende i biglietti, li inserisce e li riconsegna ai conducenti. Domanda: quanto costa lo stipendio di quell’addetto? Quanto costerebbe l’ora di lavoro di un operaio per spostare la macchinetta di 30 cm?

Scuola. Oggi è la giornata “nontiscordardime” indetta da Legambiente. Alla nostra scuola i genitori sono stati invitati a… pulire le aule. Ma l’impresa delle pulizie cosa ci fa coi 10mila euro che riceve ogni mese??? Nota: l’invito ai genitori include la preghiera di portare con sé detersivi, secchi, scope, cenci e struscini, perché la scuola non ha i soldi per comprarli.

Idraulico. C’è un’autoclave al quarto piano. Noi siamo al terzo piano. Fra l’autoclave e i nostri rubinetti non ci sono rubinetti intermedi. Che cosa succede quando smonto un rubinetto in casa nostra, se autoclave e tubo sono ancora pieni? Risposta: un disastro. Esce acqua fino a che l’autoclave non è vuota (500 litri), a prescindere dal giro che fa il tubo. Right? Ma l’idraulico è perlesso, perché dall’autoclave, prima di scendere, il tubo fa una curva verso l’alto, e quindi “come fa l’acqua ad andare in su?”. Fatico a spiegarmi. L’idraulico è lui.

TUTTE OGGI.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...