Che ci faccio qui

Ora faccio la mamma delle mie figlie piccole. Tra una decina d’anni, quando le mie figlie mi lasceranno libera, farò la figlia dei miei genitori anziani. Quando i miei genitori anziani mi lasceranno libera, avrò una sessantina d’anni, forse settanta. E questo è l’ordine naturale delle cose da secoli a questa parte.

Il problema sono le aspettative che infestano la mia testa, alimentate da oltre due decenni di meticolosa, velleitaria, ambiziosa educazione. Mai ho imparato davvero a digerire la rinuncia e il fallimento, se non in chiave strumentale a possibili successi futuri.

Certo, per fortuna nelle pieghe dello sterminato paesaggio che ho aperto davanti a me a forza di studio, letture e passioni qualche riposante angoletto rinunciatario c’è di sicuro. Tutto sta ritrovarlo, fortificarlo e ripartire da lì.

Quest’estate compio quarant’anni: mi devo riorganizzare mentalmente. È faticosissimo. Scrivere serve anche a questo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...