Tentativo di tenere i piedi a terra

Eppure sono ancora convinta dell’utilità di esercitare il pensiero lineare, specialmente in un periodo di avvenimenti eccezionali e complicati come quello attuale.

Malgrado la difficoltà, la poca lucidità e la confusione, dovrei impormi lo sforzo di sbrogliare le matasse, pur rinunciando (penosamente, ma con buon senso) alla completezza. Dovrei continuare come ho fatto finora a mettere le parole una davanti all’altra, ed ostinarmi a esercitare la facoltà umana della logica. Imporre la logica sul desiderio, che è quella la forza del genere umano. Dovrei ritagliarmi angoli seppur minuscoli di logica in questo mare di magma bollente: isolette a cui aggrapparmi. Magari poi riesco a camminarci sopra. E ad andare da qualche parte. (Eh, piano con l’ambizione).

Quindi non ho scritto, ma dovrei scrivere, impuntarmi, inchiodarmi alla tastiera. Il nucleo irrazionale detestato da Sole resta vivo e pulsante, ma intanto c’è tutto il resto che può essere districato ed elaborato. Quel nucleo fuso irrazionale è l’unico sentimento positivo a tutto tondo? Possibile? Non so, ma se è così lo devo capire, prima o poi.

E poi le relazioni si fanno in due, e su questo c’è poco da giustificarsi con polveroni di sentimenti confusi: è un assioma facile facile e lineare. Le relazioni si costruiscono in due. Devo sforzarmi di tenere questo in mente e partire di lì.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...