Due no mancati

Domani a Firenze, domenica prossima a Tombolo.

Mi chiedo se il mio sì affrettato all’invito per domenica prossima non sia stato recepito come piccola ritorsione, ma ci ho pensato solo dopo. Era solo Persefone, come al solito (ora lo so), che è parecchio più sveglia di me. E i suoi sì pesano anche a me, ma ormai non c’è niente da fare. (Prima di tutto mi pesa dover andare a Firenze domani, da quella gente che conosco poco, e per quel poco mi piace poco). In ogni caso, il sospetto di ritorsione non ha provocato nient’altro che un silenzio un po’ più intenso per qualche ora. Ma tanto l’intensità del silenzio si misura male, e forse mi sto immaginando tutto quanto – fantasticando di essere oggetto di ascolto, seppur critico: illusa.

Su E continuo ad avere pensieri contrastanti, tipo cosa succederà l’anno prossimo, wenn ein Kind geboren ist, eppure non c’è da fidarsi, eppure lei lo merita, eppure è tutto inutile, e quando ho pensato che non venisse più a scuola mi ha fatto piangere. Ma cosa c’è in quella bimba che sollecita il pianto?

trianglenF[Il corso dei miei pensieri finisce sempre lì, peggio di un buco nero. Cosa c’era a CPH? Uno spazio per me? Un tempo per me? Qualcuno in ascolto? Come è che qui non chiedo neppure più? Come è che I. chiede con forza e io trovo faticosa solo l’idea? E’ che io promesse non ne voglio. Promesse strappate ancor meno. Il futuro non esiste. E il passato è un pessimo presagio.]

Dovrei parlare con LR, e lo stato dov’è, e io non ce la posso fare, e bla bla.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...