Reminder per il 2050

Ieri parlavamo di cibo che accorcia la vita. I miasmi ed umori dei nostri tempi che ci uccidono lentamente, le solite storie.

Ma, a parte tutto, è etico voler stiracchiare la vita fino alla tarda vecchiaia? Secondo me no. Un singolo vecchio può (può..) essere caro, ma una coorte di vegliardi è insostenibile.

Non penso ora alla sostenibilità economica, ma a quella affettiva. Rifletto che  non è mai stato necessario sviluppare strumenti emotivi o culturali per affrontare una relazione tra genitori e figli che si protrae per oltre settant’anni anni. È una novità dell’ultimo mezzo secolo che ci è piovuta addosso troppo in fretta. Invece di cessare di essere figli al massimo intorno ai trenta-quaranta, come è successo alla stragrande maggioranza degli esseri umani nel corso dell’evoluzione, rimaniamo alle prese con il nostro stato filiale per gran parte della nostra vita. E ci troviamo a combattere aspre ed innaturali battaglie contro persone troppo care, troppo autorevoli o autoritarie, che per ovvia storia personale non possiamo riuscire a neutralizzare.

Non abbiamo avuto il tempo di imparare a convivere con quell’età. E loro non si lasciano mettere da parte: neppure loro hanno ereditato strumenti efficaci per riuscire a farlo. Mi pare che per affinare strumenti del genere ci possano volere generazioni e generazioni di tentativi ed errori. E nel frattempo noi ci sbattiamo la faccia – l’unica che abbiamo.

Oh, non sto pensando di uccidere i nostri vecchi: diventare vecchi è stato il sogno della loro vita, ed eccoli, (amorevolmente, ce ne rallegriamo) a loro è andata così. Ma io non voglio campare fino a ottant’anni. Per le mie figlie, perché siano compiutamente libere quando è naturale che lo siano.

Annunci

8 pensieri su “Reminder per il 2050

  1. Gintoki

    Considerando che oggigiorno a trent’anni ancora non si è realizzato nulla (lavoro, famiglia) forse stiracchiare la vita è l’unico metodo per colmare i propri gap e ai nostri figli capiterà lo stesso, anzi, più che essere un peso per loro saremo un sostegno

    Rispondi
  2. sweetmilla123

    Scusa ma non è necessario “crepare” per lasciare compiutamente liberi i figli…che poi si rimanga nello stato filiale oltre i trent’anni è colpa della società di oggi e non dei genitori. Ma poi sono talmente tanti i punti su cui si può discutere….

    Rispondi
      1. sweetmilla123

        Ciò che dici lo condivido in parte perché penso che molto dipenda dalla singola situazione. Ad esempio: “(…) ci troviamo a combattere aspre ed innaturali battaglie contro persone troppo care, troppo autorevoli o autoritarie (…)”: ci sono anche genitori che si fanno da parte molto, molto prima, un po’ come le gatte che, dopo aver allattato i figli, li scacciano; genitori che non vedono l’ora di smettere di preoccuparsi dei figli e che pensano che il loro lavoro, giunti ad una certa età, sia non dico terminato ma almeno in gran parte compiuto. Poi ci sono casi in cui la distanza geografica tra figlio e genitore è talmente ampia da rendere praticamente impossibile per il genitore influire sulla vita del figlio. D’altro canto poi penso a tutte quelle situazioni in cui tutto il peso di un vecchio genitore ricade sul figlio (tra ospedali, visite mediche, convivenze forzate quando il vecchio non è più autosufficiente): situazioni che possono “divorare” anni interi di un figlio adulto esposto così al (doveroso) sacrificio. Probabilmente non ho compreso a fondo alcuni punti del tuo messaggio, in ogni caso grazie per avermi fatto riflettere. Ciao. Laura

      2. rckhsl Autore articolo

        Oh no, grazie a te. Ho solo scritto solo una riflessione personale, un pensiero nel corso dei pensieri. Chissà quanto ho tagliato corto e quanto ho distorto la realtà agli occhi di chi è arrivato qui da altri percorsi.
        Però è utile riflettere, piuttosto che tirare conclusioni. Come hai fatto tu :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...