Senza parole

DFI monumenti alla cialtronaggine mi lasciano senza parole. Sto lì a scrivere e cancellare freneticamente, scrivo cancello scrivo cancello scrivo cancello senza riuscire a trovare il bandolo, boccheggio come un pesce fuor d’acqua e poi alla fine appallottolo il foglio (figurato) e rinuncio.

Da dove si inizia a confutare una montagna di stupidaggini di 170 pagine (e 15 euro)? Che per di più mi è stata messa in mano con aria risolutiva da due che amo come amici? Con fare “to’, leggi qua e finalmente capisci”: come faccio? Non sono costruttiva. Divento acida, incredula, mi escono solo cattiverie del tipo: ma accendere il cervello? Ma almeno un’occhiata alle definizioni, che so tipo wikipedia, prima di attaccare a scrivere (o a leggere) le 170 pagine? No, mi parrebbe il minimo. Ma nient’altro, nessun discorso articolato.

Invece di dire annaspo e balbetto. A qualcuno le parole scorrono a fiumi, e come li ammiro, anzi li invidio: mettono pensieri a disposizione di tutti, chiari e fluidi. Chi inizia a leggere non può che arrivare in fondo e si è arricchito, o almeno un po’. Io no, le parole mi si attorcigliano in gola. Sono brava a rigirarmele in gola ma non a fare chiarezza. Vorrei rivoltarmi, ma come negli incubi mi ritrovo muta e paralizzata.

Annunci

2 pensieri su “Senza parole

  1. lapoetessarossa

    Eppure l’hai scritta. La recensione alle 170 pagine a 15 euro. Trattasi sicuramente di manuale del tipo come trarre il meglio dagli altri e farseli amici. Oppure saggetto, robetta da divulgazione: ti spiego i templari in sette abili mosse. No scusa. Era ti insegno gli scacchi in sette abili mosse, con una prefazione di Boris Arrokovskjy.

    Programmiamo une vendetta tremenda vendetta.
    Regali agli amici 50sfumaturedigrigio, ma per non passare per pitocca tutta la trilogia.

    (con un amico, al liceo, ci divertivamo a scrivere recensioni di film inventati che pubblicavano sul giornalino della scuola; mi ricordo di un “A good girl”, film canadese che aveva scatenato la curiosità di un noto nerd cinefilo e un po’ menasfiga, che ci era cascato in pieno!)

    Rispondi
    1. rckhsl Autore articolo

      E forse in effetti sarebbe stato meglio (o uguale) se costui avesse scritto 170 pagine sui templari in sette mosse.

      Vedi, tu il cervello lo usi tutto intero.
      Loro, a questo punto, non so.

      Lavoro.

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...