Strozzamento

Ho rivisto DD che si è dichiarato innamorato di me – da sempre, dice lui, i.e. 1992. Mi ha persino rimproverato perché lui mi è sempre stato fedele (Parli di fedeltà? A me?) mentre io non sono stata fedele a lui (!), e si auto-elogia per non avermi fatta cadere innamorata come una pera cotta quando ero piccola e avevo bisogno di concentrarmi sugli studi (peccato che altri non abbiano avuto questa delicatezza).

Malgrado io gli abbia risposto di NON essere innamorata di lui, lui insiste a volermi vedere regolarmente, e ogni tanto gli sfugge la parolina e mi chiama “amore” facendomi venire la pelle d’oca. Presa dallo sconforto gli ripeto con monotonia che sì che gli voglio bene, sì che lo considero importante come amico, no che non mi dimenticherò mai di lui; e altre frasi del genere – tutte vere, rassicuranti. Ma che ambiguità, ma che noia.

Ma alla fine, ci rivediamo? Sì, non si sfugge. Anche se io non ho per niente voglia di rivederlo. La prossima volta sarà a pranzo a casa di un suo amico che io non conosco. Mi presenterà come sua presque-fiancée? Forse dovrei formalmente diffidarlo da farsi venire in mente un’idea del genere.

Tutta questa storia mi inquieta e mi annoia, ma mi si è appiccicata addosso e non so lavarmela via. La sensazione di strozzamento si fa più molesta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...